Published 14:33 by with 0 comment

Burro di cocco o olio di cocco fatto in casa

Olio di Cocco Vergine
Fare il burro di cocco (o olio di cocco) in casa è semplice ed economico e vi occorreranno soltanto pochi minuti.

Prima di passare alla ricetta sappiate che non c'è alcuna differenza fra olio di cocco e burro di cocco, entrambi i nomi vengono comunemente utilizzati. 

A temperatura ambiente l'olio di cocco si solidifica e il suo aspetto è appunto bianco e burroso, ma se lo scaldate immediatamente diventa liquido e assume l' aspetto di un olio.

Ricetta del Burro di Cocco (o olio di cocco) fatto in casa:

100 gr di farina di cocco (reperibile in tutti i supermercati nel reparto dolci, leggere l'etichetta prima di acquistare)
acqua quanto basta a ricoprire abbondantemente la farina 

Mettete l'acqua e la farina di cocco in una padella capiente e portate a ebollizione, spegnete il fuoco quando l'acqua assumerà un colore biancastro filtrate il preparato strizzandolo con l'aiuto di un colino a maglie fitte.

Appena il liquido si sarà raffreddato riponetelo in frigo in un recipiente trasparente e vedrete che, grazie all' azione del freddo, il burro di cocco solidificandosi si separerà dall'acqua.

Potrete a questo punto estrarre il vostro panetto di burro di cocco autoprodotto :)

Il burro di cocco fatto in casa, essendo totalmente privo di conservanti, avrà una durata massima di due settimane, ma ripetere il procedimento è così semplice che potete farne poco per volta

Il burro di cocco puo' essere utilizzato in cucina come ottimo sostituto del burro tradizionale nelle preparazioni dei dolci.

Nulla vieta di utilizzarlo anche per cucinare cibi salati, basta ricordarsi che il retrogusto di cocco rimane anche a cottura ultimata e abbinarlo di conseguenza.

Quando scegliete la farina di cocco cercatela possibilmente biologica per evitare di mangiare oltre al burro di cocco anche i conservanti e gli antifungini che spesso l' industria alimentare mette nei prodotti esotici.

Se non trovate la farina bio niente paura potete acquistare il frutto del cocco, grattugiarlo e utilizzarlo in cucina per tutte le preparazioni che desiderate compresa questa ricetta del burro di cocco.

Fra le tante virtù dell' olio di cocco mi piace ricordare le più interessanti

1) potete usare il burro di cocco per friggere grazie al contenuto di grassi prevalentemente saturi a catena media NON danneggia le arterie

2) il cocco è il frutto che in assoluto contiene il maggior quantitativo di acido laurico (presente anche nel latte materno) che è un alleato prezioso per aumentare il colesterolo buono (HDL) e ridurre quello cattivo (LDL)

3) assumere 2 cucchiai al giorno di burro di cocco vi aiuterà a smaltire il grasso addominale e a controllare il peso corporeo, oltre ad aumentare le vostre difese immunitarie

4) aiuta a combattere eczemi, acne e micosi oltre alla fastidiosissima candida

In estetica tantissimi sono gli utilizzi del burro di cocco.

Lo potete utilizzare come crema base per una ricetta casalinga o per una maschera di bellezza emolliente e antirughe. 

L'alto contenuto di vitamina E del burro di cocco lo rende perfetto come crema dopo bagno emolsiente e idratante.

Se non vi va di farlo in casa potete provare ad acquistarlo on line

Sul Giardino dei Libri potete trovare la confezione di olio di cocco da 300 grammi (foto sopra)

Credits 

Photo
Il Giardino dei Libri





Read More
Published 00:31 by with 1 comment

Muffin al cioccolato senza glutine e latticini

Tutte noi Mamme siamo sempre alla ricerca di una sana e leggera colazione che possa soddisfare il palato dei nostri bambini.

Ho trovato questa ricetta dei Muffin al cioccolato senza glutine e senza latticicni sulla rivista Divita di Despar.

Già la descrizione della ricetta mi aveva entusiasmata per la qualità degli ingredienti, ma una volta fatti e assaggiati, questi Muffin al cioccolato mi hanno veramente e definitivamente conquistata

Read More
Published 01:36 by with 1 comment

Guacamole e altre ricette con l'avocado.

Il Guacamole è una delle ricette con avocado più famose al mondo.

La realizzazione del guacamole è semplice: avocado maturo + lime + sale
La bontà del guacamole dipende dal grado di maturazione dell'avocado. 

Se vi trovate in imbarazzo su come capire se l'avocado è maturo al punto giusto ricordatevi queste semplici regole:
se tastando il frutto la buccia non cede l'avocado è acerbo, 
se tastando il frutto la buccia cede alla semplice pressione del dito e ne resta l'impronta, l'avocado è troppo maturo,
se tastando il frutto la buccia cede alla pressione ma il dito non lascia l'impronta, l'avocado è perfetto
Se nonostante la prova del dito non siete ancora sicuri, staccate il picciolo dell'avocado e guardate il colore che ha il frutto nel punto dove l'avete staccato:
giallo chiaro = acerbo
giallo marrone = troppo maturo
giallo verde = perfetto

Ora che abbiamo trovato un avocado maturo al punto giusto passiamo alla preparazione della salsa Guacamole.

Read More
Published 19:01 by with 1 comment

Regali fai da te per la festa del Papà: la macchinina con le perline


Non è molto facile trovare qualche lavoretto carino e divertente da far fare ai bambini che possa diventare un regalo per la festa del Papà.

Dopo avere confezionato la maglietta con le manine, quest' anno il regalo fai da te per il Papà lo abbiamo copiato dal blog Una Mammetta Pasticciona

L'idea è molto originale facile da fare e la realizzazione ha divertito tutti, Papà compreso che ha aggiunto immediatamente la macchinina al suo portachiavi.

Se volete riprodurre questo regalo fai da te vi serviranno le perline Pyslla dell' Ikea (le trovate qui) con relativo telaietto per realizzare la composizione, la carta forno e il ferro da stiro

Read More
Published 16:14 by with 0 comment

Fiori di carta: riciclare i tovaglioli di carta

Mi piacciono molto i fiori, mi piace guardarli nei prati, mi piace mangiarli, mi piace riempirmi gli occhi con i loro colori e sentire i loro profumi. 
Rimangono libere giusto le mani per copiarli e tentare di riprodurli con tutti i materiali possibili.

Tantissime volte ci capita di trovarci con tovaglioli di carta praticamente nuovi, destinati comunque alla pattumiera perchè sgualciti.

Con il riciclo dei tovaglioli di carta si possono realizzare delle belle e voluminoe corolle di fiori di carta da appendere in casa per rallegrare una festa oppure semplicemente per giocare con i bimbi.

Occorrono pochissime cose per realizzare i maxi fiori di carta:
tovaglioli di carta colorati 
tappi dei flaconi di detersivo
o Patafix per fissarli al muro

Come realizzare i maxi fiori di carta riciclando i tovaglioli?

Read More
Published 13:29 by with 0 comment

Fiori da mangiare: la primavera sboccia in cucina

Se passeggiare è  una tua buona abitudine sicuramente ti sarai accorta dell'esplosione di margherite,
primule e viole che dipingono con pennellate dai colori vivaci le nostre campagne

Ti ho già parlato dei fiori da mangiare nel post dedicato al finto miele di fiori di tarassaco che puoi trovare qui

Ma oggi, a pochi giorni dall'inizio della primavera vorrei parlarti di fiori da mangiare in modo che tu possa portare un po' di primavera nei tuoi piatti e nei tuoi occhi.

Una buona insalata fatta solo di fiori commestibili si può realizzare tagliando finemente un carciofo privato delle foglie più dure e delle punte e aggiungendo qualche bel fiore giallo di tarassaco e qualche nasturzio dal sapore deciso e un po' piccante.

Read More
Published 12:47 by with 0 comment

Il teatro dei Burattini: Hansel e Gretel

Al teatro dei Burattini da piccola non ci sono mai andata.
Per essere sincera non mi hanno mai entusiasmato molto, colpa dei burattini stessi :) di solito un po' brutti, volti cinici o beffardi che possono fare paura.

Quest'anno per far contento mio figlio ho già assistito a 4 spettacoli di Burattini e devo dire che mi sono dovuta ricredere. All'inizio avevo paura che Rayan potesse spaventarsi, colpa delle mie convinzioni di bambina, ma poi spettacolo dopo spettacolo mi sono appassionata.

L' ultimo a cui ho assistito è stata la rappresentazione burattinesca della favola di Hansel e Gretel.

Non nutro particolare amore per questo racconto, pur essendo un grande classico penso che non sia poi così educativo:

La Matrigna che vuole abbandonare i figli nel bosco....

il Papà che non riesce a contrastarla.......

La strega che vuole mangiare Hansel..... 

insomma niente di confortante.

Proprio per questo la favola di Hansel e Gretel non appartiene al nostro repertorio pre-nanna.

Chi si addormenterebbe pensando alla strega cattiva o alla mamma che abbandona i bambini?

La rappresentazione burattinesca di Hansel e Gretel è stata, a sorpresa, fantastica.

I burattini stessi più che marionette sembravano bambole, l'abilità degli attori ha reso dinamica, divertente e giocosa la rappresentazione.

I burattini sono stati realizzati artigianalmente dagli attori stessi che hanno sagomato la gomma piuma e creato figure davvero pregevoli.

Materiali poveri, sapientemente scolpiti hanno dato origine a figure bellissime, come i due avvoltoi realizzati con due piumini per spolverare ai quali sono stati aggiunti becco e occhi.

Lo scenario di questa favola, anch'esso fatto dagli attori, rappresentava il bosco e la casa della strega.

I bambini ammaliati dal racconto superbamente recitato, hanno contagiato con le loro risa tutto il pubblico presente.

Ringrazio la compagnia teatrale che ci ha regalato una domenica davvero divertente e magica e spero di avere occasione di rivedervi presto!

Ecco il link al loro sito http://www.laboratoriodelmago.it/







Read More
Published 23:54 by with 0 comment

Lavoretti con i rotoli di carta igienica: L'albero di Natale

Albero di Natale con i rotoli di carta igienica
I lavoretti con i rotoli di carta igienica non conoscono stagioni, tanti sono i modi per riciclare i rotoli e far divertire i nostri  bambini. 
In questo post vi propongo la trasformazione dei rotoli in albero di Natale.Per questo lavoretto con i rotoli di carta igienica vi serviranno pochissime cose
  • 11 rotoli di carta igienica di diametri diversi
  • colore verde e pennello
  • pennarello marrone
  • bava da pesci o filo di nylon
  • una stellina fosforescente
  • piccoli giochi o decori (benissimo le sorpresine kinder o similari)
  • tappi rossi (ho usato quelli delle bottiglie di plastica)
  • colla a caldo
Per prima cosa dovete creare i tubi di rotoli di carta igienica da potere poi impilare a mo di triangolo per creare il nostro Albero di Natale.

Read More
Published 15:57 by with 0 comment

Palle di Natale fai da te: il Mandala per lo swap di Natale di Mamma Felice

Delle palle di Natale vi ho già parlato, ve le ho presentate trasformate in collana o realizzate con materiali di riciclo. Questa volta voglio raccontarvi una storia diversa che mi è tanto piaciuto vivere.
Tutto è cominciato quando ho aderito allo swap di natale di Mamma Felice.

Il compito era semplice da svolgere: 50 blogger avevano il compito di realizzare 50 palle di Natale e scambiarsele via posta.

Così qualche giorno prima di Natale il postino mi ha recapitato una bustona contenente materiale vario che avrei dovuto utilizzare per decorare una palla di Natale di cartone che avrebbe addobbato l'albero di un'altra blogger.

La sfida della palla di Natale creata e scambiata mi ha immediatamente conquistato.

Cosa c'è di più bello per una creativa seriale di ricevere una busta contenente paillettes, "luccichi", quadratini di cotonina, gugliate di filo colorate, cannucce colorate, nettapipa attorcigliati, perline multicolor?
NIENTE!

Quella busta ha rappresentato per me una sorta di scatola magica che mi ha permesso di liberare e scambiare l'energia creativa, farla fluire, riassumerla in un oggetto simbolico e rimetterla in circolo pronta a "contaminare" positivamente un'altra blogger.

Una Palla di Natale di per se è un oggetto semplice da decorare e proprio per questo complesso da rendere originale.

Dopo avere attentamente vagliato tutto il materiale contenuto nella busta e dopo avere provato a fare e disfare decine di volte la mia Palla di Natale ho deciso di decorarla come fosse un Mandala.

La scelta mi è sembrata appropriata visto che stavamo scambiandoci tutte energia creativa e positiva.
Quale decoro poteva essere più idoneo di un Mandala?

Così ho frugato attentamente nella busta creativa e ho selezionato perline e paillettes luccicanti che potessero aiutarmi nel mio intento.

La sorte ha voluto che Mamma Felice mettesse il giusto numero di perline e decori perfettamente uguali che mi hanno consentito di realizzare il mio palla-mandala di Natale che dovrebbe aver portato a un'altra blogger i miei auguri per l'anno nuovo.

Grazie Mamma Felice per questa bellissima idea, chi ti segue sa che sei speciale!


 



Read More