Published 16:09 by with 0 comment

Il pupazzo di neve con la scatola dei formaggini

Il Pupazzo di Neve 
Per argurarvi uno strepitoso 2012 non potevo farmi scappare l'occasione di postarvi questo ricicloso pupazzo di neve fatto dalla mia bellissima nipotina Mariam di soli tre anni.

L'ho trovato davvero bello, corrisponde a tutte le caratteristiche necessarie per rendere bello ed eco un lavoretto per bambini:
essere riciclato, colorato, facile da fare e divertente da eseguire.

Gli ingredienti li potete facilmente intuire:
1 scatola rotonda di formaggini
qualche bollino adesivo colorato
qualche quadratino adesivo colorato
un nastrino rosso
cartoncino rosa per il cappello
un po' di colla e un po' di colore rosso
e come al solito manine di bimbo di circa 3 anni

Trovo molto pratica l'idea di utilizzare gli adesivi quadrati e rotondi facili da attaccare e di grande effetto

Come augurio per il 2012 vi trascrivo la poesia che si trova dietro il pupazzo di neve

Bonne annèe
Vive le vent
vive le vent
Vive le vent d'hiver
Qui se va siffle en sufflant
Sur le grand sapins verts
Vive le vent
Vive le vent
Vive le vent d'hiver
Boule de neige un jour de l'an
Et bonne anèe grand mère


Read More
Published 13:45 by with 0 comment

Palle di Natale con fondi di bottiglie pet

palle di Natale con bottiglie di plastica
Metti un pomeriggio all'asilo con tuo figlio
metti che l'argomento trattato sia addobbi di Natale
metti che le Tate si siano fatte portare decine di bottiglie della Coca vuote per fare i lavoretti
metti che quando arrivi te ne diano una in mano convinte che Tu sappia sapientemente trasformarla in una Palla di Natale
e metti che invece non  ne hai la minima idea .......
Panico
Che si fa? Si improvvisa e con l'aiuto di tutti si realizzano delle STREPITOSE PALLE DI NATALE 100% riciclate!

Come si procede

Tagliate il fondo della bottiglia di plastica in modo che il pezzo che vi rimane sia alto 2-3 cm
tagliatene un altro con un altezza di poco superiore 

Ecco la vostra Palla Natalizia è già fatta sarà sufficiente riempirla con strenne luccicose, bottoni colorati, pezzetti argentei di carta e fare un buchino per far passare il nastrino che vi consentirà di appenderla.

Per chiuderla dovrete inserire la parte piu' bassa in quella più alta spingendo con forza per incastrarle

Non vi resta che appenderle con un nastrino


Read More
Published 09:32 by with 0 comment

Decori di Natale: la Stella Upcycle

Stella di Natale Upcycle
Tutto luccica, tutto scintilla lungo le strade, nelle vetrine, su internet ....ovunque!
E' Natale!.

Eccovi un semplice attacco di riciclo, complici un paio di forbici e il vassoio di alluminio della torta sbrisolona.

Non potevo buttarlo via senza manipolarlo..... luccicante e argenteo com'è! fossi matta! è Natale!

Già la forma rotonda del Vassoio di alluminio è perfetta, soprattutto se volete addobbare l'abete che avete piantato in giardino nell'occasione di qualche Natale fa e che nel frattempo è diventato praticamente una sequoia ;)!

Ma possiamo fare di più, in 3 minuti o poco più possiamo trasformarlo in una Stella a 8 punte che potrà essere impiegata in 1000 modi natalizi e non .... un sottopiatto ..... un decora porta .... una stella cometa ....... un decoro appeso ...... un sottocandela ...... un sottopentola .....

Semplice la trasformazione che ora vi spiego.

Di solito i vassoietti sottotorta hanno delle "scanalature" disposte a raggera che dovrebbero guidare il taglio equo della torta, vi basterà seguirli per avere una Stella perfetta.

Ecco come fare:
per prima cosa schiacciate il bordo del vassoio in alluminio 
poi cercate di appiattire con le mani il vassoio vedrete che l'alluminio si accartoccerà un po' formando un bell'effetto stropicciato
A questo punto mani alle forbici, fate un piccolo taglietto in corrispondenza della "guida" già prestampata sul vassoio avrete così tagliato in maniera equidistante la circonferenza.
Vi resta l'ultimo passaggio. Trovata la metà di ciascun segmento di circonferenza, piegate i lembi su loro stessi e otterrete le 8 punte della vostra Stella di Natale Upcycle 100%
A centro potete decorarla con qualsiasi cosa.

Se ne avete diverse potete appenderle a gruppi quando si muoveranno sentirete che armonico tintinnio!

Buon Natale!


Read More
Published 12:25 by with 0 comment

Vuoi una polpella? una polpetta fatta a stella

Marcella è stata di parola mi ha mandato la sua incr-edibile ricetta delle polpelle le polpette fatte a stella!
Le approvo in pieno perchè le ha cucinate grassi-free e per questo volentieri le sostengo e ve le consiglio!

Ecco cosa mi ha scritto:


Come promesso ecco per te le Polpette a forma di stella!

Come nasce l’idea?
Io e mia figlia Luisa facciamo i biscotti di pasta frolla con le formine .
Luisa ha 2 anni e mezzo, le piace mettersi il grembiule per cucinare, soprattutto quello che usavo io quando ero piccola!

Read More
Published 12:22 by with 0 comment

Al posto del ciuccio un dattero!

Stamattina ho avuto una piacevolissima chiacchierata con una Mamma di nome Marcella e si sa che fra mamme è impossibile non parlare dei propri piccini!

Io e Marcella stamattina abbiamo parlato di pappe e pappette, lei  mi ha parlato delle sue polpette a forma di stella e le ho strappato la promessa che la prossima volta che le cucinerà avremo foto e ricetta!

Questo chiacchierare sulle varie pappe mi ha fatto venire in mente che il primo alimento diverso dal latte che ho dato al mio piccino è stato un Dattero!
Read More
Published 11:01 by with 0 comment

Lo scatolone diventa scivolo

I bambini si sa sono straordinari riescono a trasformare qualsiasi cosa in giocattolo.
Devo dire che questa volta Pulcino Ballerino mi ha lasciato a bocca aperta, neanche tre anni è già ricicla! 
Chissà da chi avrà preso...... Boh?!?!

Gli avevo portato a casa un grosso Scatolone con l'idea di trasformarlo in casetta in modo che potessimo decorarla insieme oppure poteva diventare il rimorchio di un immaginario camion o un acquario gigante con pesci e alghe ritagliati dai giornali e applicati, ma lui si è inventato un riciclo ancora più bello!

Read More
Published 16:13 by with 0 comment

Vuoi combattere la fame nervosa?

Koeh-095.jpg
Mentha immagini Wikipedia 
Se vuoi combattere naturalmente la fame nervosa sniffati la Menta!
Non è una battuta! Giurin giuretto è verità!

L'ho scoperto per caso l'altra sera quando mi sono imbattuta nel quiz l'Eredità!
La domanda era proprio quella: la Menta fa dimagrire! VERO o FALSO?
Vero era la risposta esatta., annusare le foglie di menta ha un effetto anoressizzante particolarmente indicato per combattere la fame nervosa!

Musica per le mie orecchie!
Bello ho pensato ..... naturale al 100%!
Mi è sembrato che potesse essere vero perchè in effetti quando mangio le caramelle di menta la fame solitamente mi passa!
Read More
Published 15:16 by with 0 comment

Alluvione di Genova facebook e i blog

Angeli col fango sulle magliette
Su ioricreo.org (uno dei miei blog preferiti), ho trovato esattamente 3 minuti fa il post dedicato all'alluvione di Genova del 4 novembre scorso.

Fra le risorse che il sito consiglia di utilizzare per aggiornamenti e informazioni una ha catturato subito la mia attenzione Angeli col fango sulle magliette e ovviamente ho clikkato.

Mi si è aperta la pagina di facebook gestita fondata e aggiornata da un gruppo di ragazzi che hanno trovato un modo rapido e veloce per offrire una valida rete di supporto alle famiglie alluvionate!

Read More
Published 14:52 by with 0 comment

Babbo Natale lavoretto per bambini

Babbo Natale da appendere
Non vi ho ancora parlato del Tetra Pack il contenitore quadrato (Tetra vien dal greco e significa 4) più utilizzato al mondo.

Ecologico, economico, riciclabile 100% il Tetra Pack  si rivela una fonte inesauribile di idee per noi creative.

In questo post vi presento un Babbo Natale 100% riciclato
facile da realizzare (me lo hanno "commissionato" le Tate dell'Asilo)
di bell'effetto e velocissimo

Read More
Published 20:00 by with 2 comments

Decori di Natale con le bucce d'arancia

Palle di Natale con bucce d'arancia
Che bello è di nuovo Natale!
e noi ci possiamo sbizzarrire a creare ogni sorta di decoro da appendere all'albero, da mangiare, da regalare, da condividere on line.

Questo primo post lo voglio dedicare alle Bucce di arancia.
Le Bucce d'arancia e di agrumi in genere è un materiale meraviglioso che si presta ad ogni tipo di utilizzo.

E' un piacere lavorarle, manipolare, strizzare, tagliare, incidere le Bucce d' arancia per l'inebriante aroma che sprigionano.

Per fare le decorazioni con le Bucce d'arancia vi serviranno:
Spirale di Bucce d'Arancia
Bucce d'arancia
Bucce di pompelmo o mandarino o mapo 
forbici
coltellino ben appuntito
fantasia a volontà

Cominciamo dalla Spirale di Bucce d'Arancia
facile da fare ma di grande effetto.
Come prima cosa fatti una bella spremuta d'Arancia
ti rimarranno 2 mezze arance "vuote"
ripuliscile all'interno togliendo la pellicina con la punta di coltello ora con le forbici tagliale a spirale
e mettile a seccare sul termosifone se si dovessero "arricciare" troppo mettile fra 2 pesi
Io le metto fra le pagine di un vecchio elenco telefonico
Quando saranno secche potrai infiocchettarle e appenderle all'albero di Natale o usarle
per abbellire ghirlande, sentirai che buon profumo!

Un altro decoro con le Bucce d'Arancia lo trovi qui

E la ricetta per la Polvere dentifricia sbiancante qui





Read More
Published 10:07 by with 0 comment

La Bat Box per il Pipistrello di Halloween porta dolcetti


Ode al prode Pipistrello Marcello
Bat House

Mi presento son Marcello 
di cognome Pipistrello
di giorno non mi vedi mai 
ma di notte mi trovi, sai?

Di nero sempre son vestito
fino all'ultimo mio dito
Ho ali molto grandi che bello!
mi ci avvolgo come un mantello

Con un fischio mi oriento 
perchè ci vedo a stento
Il mio quotidiano spuntino 
dura fino al mattino
mangio tutte le zanzare 
che ti posson pizzicare

Il buio mi piace assai  
non mi fa paura mai
Dormo a testa in giù 
nulla mi piace di più

Quando sono in letargo 
per favore girami al largo
mi risveglierò a primavera 
e allora mi vedrai ogni sera
Marcello il Pippistrello


Cerco una nuova casetta 
per me e la mia Diletta
va bene anche se stretta 
ma mi serve in tutta fretta


Se Tu me la puoi fare 
io ti spiego come fare
un po' di legno servirà 
e tanta buona volontà
chiedi a Papà se ti puo' aiutare 
o alla Mamma falla comprare

Intanto se vuoi provare 
di cartone la possiam fare
servirà come scherzetto 
se ci metti qualche dolcetto 


Non mi piace per niente la festa di Halloween, colpa della mia avversione innata per il sangue e tutto cio' che lo circonda.

Impossibile per me comprendere come si possa ridere delle ferite, delle cose schifose e sanguinolente. Francamente la trovo anche diseducativa e assolutamente troppo commerciale!
Così ho pensato di dare un taglio diverso alla festa di Halloween, un taglio decisamente ecologico, educativo e sostenibile

Ho pensato di approfittare del contest di Mamma Felice per dare una mano alla riabilitazione sociale del povero piccolo e ingiustamente bistrattato Pipistrello.

Questo grazioso animaletto gode di pessima fama da sempre e non si capisce come mai visto che male non fa anzi.
Lo sapevate che il povero Pippi rischia l'estinzione?
Colpa dell'inquinamento, della difficoltà a trovare le sue adorate prede e della penuria di fessure, buchi, grotte che a lui servono da casa.

Nasce dall'esigenza di salvarlo il progetto europeo nominato BAT.
Ricordiamoci tutti che il Pippistrello è l'unica arma ecologica che possediamo contro l'invasione di zanzare e altri insetti poco simpatici!

L'alternativa c'è, è quella tossica che prevede di spruzzare le nostre città con insetticidi e pesticidi non proprio biodegradabili, non proprio innocui, non proprio naturali.

Io preferisco il Pippistrello e voi?
Quando vola "sol soletto mentre la luna fa capolin" ringraziatelo!
Si sta mangiando circa 3000 zanzare!

Ma anche il nostro amico è vittima del nostro tempo e a quanto pare ha lo sfratto esecutivo e urge trovargli un alloggio.

La conoscete vero la Bat Box?
La Bat Box è una piccola casetta di legno fatta a scatola pensata e studiata per accogliere Pippi e famiglia.

Le istruzioni per costruirla le potete trovare, in formato PDF, sul sito del Comune di Brescia che ringrazio per la chiarezza della spiegazione.


Read More
Published 19:05 by with 0 comment

Un vecchio libro puo' diventare una borsa trendy?

un vecchio libro diventa borsetta trendy

Ho trovato questa idea di Riciclaggio creativo davvero bella!
10 e lode al creatore non solo per l'originale idea ma soprattutto per l'esecuzione.

Trovate un libro dalla copertina accattivante,
scegliete un tessuto in tono con i colori del libro,
armatevi di forbici, colla, manici e mettetevi all'opera.

Il filmato con le istruzioni passo passo per trasformare il libro in borsa lo trovate qui sotto.




Ps
Lo avreste mai detto che l'artefice di tutto cio' fosse un uomo?
E' proprio così!
Il suo Blog molto interessante è questo : http://www.curbly.com
fateci un giretto ne vale la pena!


Read More
Published 00:26 by with 0 comment

Pressa portatile per fiori secchi

Oggi voglio raccontarvi della mia passione per i Fiori secchi e pressati.
Fin da bambina mi perdevo per ore a guardare i fiori nei prati, li toccavo, li annusavo, li studiavo nei minimi particolari!

Probabilmente nasce da lì la mia voglia di conservarli a lungo per potere continuare ad ammirare la loro incredibile bellezza.

Ci sono tanti modi per conservare i fiori ma oggi vi voglio parlare della pressatura.
Poche sono le regole per ottenere ottimi risultati, dovrete avere l'accortezza di raccogliere il fiore quando è asciutto e se possibile pressarlo subito.

Per questo motivo io porto sempre con me una Pressa da fiori tascabile.
E' importante avere sempre a portata di mano la Pressa perchè quando meno te l'aspetti in occasione di una camminata, o mentre vai a fare la spesa puo' sempre avvenire un incontro inaspettato che ti regala quel fiore dal magico colore, dalla forma perfetta, al quale non puoi assolutamente resistere!

Imperativo categorico osservare le aiuole, i vasi, le reti, i bordi dei marciapiedi, di fiori ne scoprirete tantissimi
Una volta raccolto il vostro Fiore controlla che sia integro, apri la tua pressa tascabile, appoggialo su una pagina pulita.
Abbi cura di posizionare il tuo Fiore in modo che tutti i petali siano ben aperti poi cerca di appiattirlo delicatamente con il polpastrello.
Alla fine chiudi la tua Pressa tascabile e riponila in borsa. 

La Pressa da fiori che ho realizzato è ovviamente un riciclo creativo.

E ora creiamo!
Procuratevi un'agenda con elastico
qualche tovagliolo di carta del colore che preferite
qualche Fiore pressato
un pennello
della colla vinilica diluita 1:2 con acqua

Separate i veli dei tovaglioli 
Rivestite l'agenda incollando pezzetti di tovagliolino che applicherete con l'aiuto del pennello
Fate un primo strato che ricopra l'intera agenda, poi un secondo strato, poi un terzo fino a quando avrete nascosto imperfezioni o scritte
Ora applicate qualche fiore o foglia secca e ricoprite con un altro giro di tovagliolino

La Pressa portatile per fiori secchi è pronta!

Quando la Pressa sarà "piena" hai due alternative
puoi metterla così com'è a riposare fra 2 grossi libri e dimenticartene per un po'
oppure puoi trasferire i fiori fra le pagine di un libro per completarne la seccatura.

Il mio consiglio è di costruire più di una Pressa portatile  i fiori sono molto delicati, soprattutto quelli pressati, spostarli da una parte all'altra puo' rovinarli irrimediabilmente.

Ora hai tutto quello che ti serve per iniziare a realizzare le tue composizioni di Fiori secchi pressati  vedrai come una composizione tira l'altra.



Read More
Published 15:44 by with 0 comment

Il Pallottoliere inSCATOLAto e riciclato

Pallottoliere InScatolaTo
Sempre in tema di scatole e di riciclo, nel cercare di rimettere a posto il mio angolo fai da te ecco che mi capita fra le mani una vecchia Scatola di Cioccolatini.

Ero indecisa sul da farsi.... la butto o non la butto? il solito dilemma! e così l'ho momentaneamente messa da parte.

Poi ordine facendo ho incontrato delle vecchie palline di carta che non so davvero dirvi perchè e percome si erano infilate nella sezione dedicata ai colori.

Non sapevo dove metterle e così le ho riposte nella Scatola di Cioccolatini.
L'attacco di riciclarte non ha tardato a venirmi!

Non so perchè ma quelle palline mi ricordavano moltissimo i Pallottolieri di legno e così è nata l'idea:
trasformare la Scatola di Cioccolatini in un bel Pallottoliere colorato e in scatola to

Presto detto e poi fatto.

"Ingredienti"
Scatola di cioccolatini
palline di carta o altro materiale purchè leggero
ago con cruna grande,  nastro di carta adesivo
filo elastico, colore acrilico verde 
colla vinilica
fazzoletti di carta
pennarelli


Cominciamo valutando quanti fili di palline dovrà avere il nostro Pallottoliere
una volta deciso dovrete dividere la superfice interna della Scatola, quella che ospiterà il Pallottoliere, in parti uguali




Nel nostro caso abbiano ottenuto 4 punti equidistanti che utilizzeremo per far passare il fio elastico sul quale scorreranno le palline di carta.


Prendiamo ago e filo e infiliamo 10 palline di carta


Ora facciamo passare l'ago attraverso i 4 fori equidistanti fino a forare la parte esterna della Scatola di Cioccolatini,

lasciamo qualche millimetro e rinfiliamo la scatola e le palline in senso contrario.





In questo modo le palline di carta ora scorreranno sul doppio filo elastico






Ora sempre con l'ago bucate la scatola dalla parte opposta sfilate l'ago lasciando il filo a penzoloni
fate lo stesso con l'altro filo e poi annodate fra loro i fili assicurandovi che siano ben tesi.

Ripetete l'operazione per tutti i fili.



Ecco fatto avete ottenuto il vostro Pallottoliere.




Ora preoccupiamoci di decorare l'esterno della nostro Pallottoliere in scatola

Nel mio caso visto che la scatola è in carta lucida patinata l'ho ricoperta con il nastro carta adesivo in modo da crearmi un supporto poroso che mi consentisse facilmente di incollare con presa sicura i fazzolettini di carta.



Prendete la colla vinilica e diluitela con 1 parte di acqua ogni 2.
Con l'aiuto di un pennello largo intinto nella colla diluita cominciate a foderare l'intero Pallottoliere in scatola con pezzetti di tovaglioloni stropicciati e appicicati in maniera disordinata.





Otterrete così un effetto goffrato che aiuterà a nascondere meglio i disegni originali della scatola.
Fate la stessa cosa sul coperchio.







Ora mano ai pennelli e ai pennarelli per il decoro finale.
Lasciate che sia la vostra fantasia a guidare la vostra mano decoratrice.



Alla fine avrete ottenuto il vostro Pallottoliere in scatola un gioco educativo che non passa mai di moda, avrete avuto la grande soddisfazione di averlo creato con le vostre mani (scusate se è poco!) divertendovi, e per finire avrete reso felici i vostri bambini che non sapranno resistere al fascino delle palle colorate che scorrono sul filo!

Forse in questo modo i conti saranno più facili da fare!





Anche con questa 1000idea partecipo al contest Back To School di Mammafelice.it











Read More
Published 01:44 by with 1 comment

Riciclo creativo: il Segnalibro


 Segnalibro riciclato
Odio i libri con le orecchie e mi indispettisco moltissimo, quando li prendo a prestito dalla biblioteca e li trovo orecchiati e sottolineati

Al contrario adoro i Segnalibri di tutti i generi, di tutte le forme.

Mi piace acquistarli, riceverli in regalo, e soprattutto farli.

La 1000idea che oggi condivido con voi nasce per caso.

Mia Sorella un po' di tempo fa mi ha regalato una borsetta molto bella, di quelle super colorate con 1000 e una tasca e con tutti i pupazzetti stampati sopra.

Anche l'etichetta mi è sembrata carina e così l'ho tenuta!
Mi è ricapitata fra le mani qualche giorno fa e allora dovevo pur farci qualcosa.

Mumble mumble mumble...... ecco l'idea del Segnalibro. Questa 1000idea è davvero facile da fare.!

Come realizzare un Segnalibro riciclato?

Scegliete un'etichetta con un disegno carino oppure un'immagine stampata su un cartoncino, insomma qualcosa che vi piaccia e che soprattutto si possa scomporre!

Scomporre!?!?

Nessuna paura è più dfficile da spiegare che da fare.

Vediamo insieme come.

Ho preso la mia etichetta 




ho ritagliato la sagoma del viso lasciando a parte i capelli, fino ad arrivare circa a metà etichetta.

In questo modo ho ottenuto una specie di "graffetta"










l'etichetta così ritagliata potrà essere facilmente infilata nella pagina del libro
















Per decorarla ho utilizzato un nastrino in tinta e delle perline colorate degli stessi colori dell'immagine.

In 3 minuti ecco fatto il vostro nuovo Segnalibro riciclato 100%.

Divertente no?





Anche Garfield si è prestato ad essere trasformato in segnalibro.
E' bastato fare un'incisione lungo i baffi e il Segnalibro era già pronto.





Con questa 1000idea
e con il Sacco dell'asilo
e con il Pallottoliere inSCATOLAto e riciclato
partecipo al Contest di Mammafelice Back to school!
Grazie Barbara!

Back to school di Mammafelice.it




Read More
Published 16:54 by with 0 comment

Tangram fai da te

Di seguito le istruzioni per costruire in pochissimo tempo il famosissimo gioco cinese Tangram.

Tar Tangram

Antefatto:
Da quando sono Mamma non mi perdo nessuna puntata dell'Albero Azzurro.
Ovviamente la parte che a me piace di più è lo Scatolone Fabbricone, idee divertenti facili da fare economiche, educativ,  insomma in vero stile 1000idee!

Anche il mio Pulcino è fatalmente attratto da Dodo e i suoi amici e quando è l'ora dello Scatolone Fabbricone sgrana gli occhi modello gufo e si gode la canzoncina che canticchia con gioia.
Devo dire che anche lo schioccare delle dita è di suo gradimento ..... e ci prova e ci riprova ovviamente senza successo!

Non ho potuto resistere a condividere oggi con voi le istruzioni per realizzare in poco tempo un gioco Tangram fai da te!

Bella l'idea, bello questo rompicapo che allena la mente, affina lo spirito di osservazione attraverso la manipolazione concreta di figure geometriche diverse.

Tangram è una parola cinese che significa le sette pietre della saggezza.
Nella parola sono contenute anche le semplici istruzioni di gioco del Tangram:
utilizzare tutte e 7 le figure senza sovrapposizioni per creare figure di senso compiuto.

Il gioco Tangram è un ottimo sistema di apprendimento per i più piccoli che giocando impareranno concetti importanti: forme, spazio, rotazione delle figure, logica, etc

Non dimentichiamoci che il gioco Tangram è un divertente modo per mantenere la mente allenata, per questo lo consiglio a tutti! Nonni compresi!

La realizzazione casalinga del gioco Tangram è  molto facile, veloce e divertente..
Potete utilizzare tanti materiali dalla semplice carta al legno!
A voi la scelta.

Sotto troverete lo schema per realizzarlo.

Io ho disegnato il mio gioco Tangram su un foglio a quadretti che ho successivamente incollato su un cartoncino più spesso e poi tagliato seguendo le linee.

Ovviamente il cartone è di recupero! è la nostra regola base RICICLARE!
Per l'esattezza ho usato il cartoncino delle tagliatelle che è bianco e leggero, un po' poroso facile da colorare e da ritagliare.

Per renderlo più resistente, a prova di bimbo, ho rivestito i singoli pezzi del gioco Tangram con del nastro adesivo trasparente abbastanza alto.

Il gioco Tangram
 ...... e voilà le jeu Tangram est fait!

Qualche utile link

per giocarci on line

per la variante ovale del Tangram

filmato multimediale su Focus.it






Read More
Published 15:17 by with 0 comment

Il tempo degli Angeli calendario 2012 di Anna Corsini

Il Calendario degli Angeli di Anna Corsini per me è da anni
un appuntamento indimenticabile.
Potere rimirare on line, in anteprima, il calendario del 2012 è stato davvero un regalo assai gradito.

Per dirvi la sincera verità io l'ho già acquistato ed è veramente bellissimo!

Mi è piaciuta molto l'idea di associare il dipinto a frasi scelte ad hoc.

Il mese che mi piace di più è luglio.
La Pittrice ha scelto per questo mese il dipinto di un Angelo che dorme abbracciato alle nuvole.
La frase che lo accompagna:
" Mi coricai tra le nuvole, mi appoggiai alle stelle e ritornai bambino"

Sfogliare il Tempo degli Angeli, così si chiama il calendario 2012, mi ha regalato un gradevole senso di pace, mi succede sempre quando rimiro i dipinti di Anna Corsini, li guardo e ritorno bambina.

Non so se è colpa degli sfondi turchini, se è merito dei volti così dolci e aggraziati, fatto sta che ogni volta che incontro gli Angeli di Anna Corsini rimango a bocca aperta, rapita da quegli occhi profondi e innoccenti che a tutti ricordano come potremmo essere se ognuno di noi facesse lo sforzo di pensare che è stato anche lui un Angelo bambino.

Se non lo trovate in edicola, sul sito www.annacorsini.it ci sono le indicazioni su come fare per riceverlo comodamente a casa.
Costa solo 9,80 €
Con largo anticipo
Buon 2012! ;)



.

Read More
Published 16:27 by with 0 comment

Timo la coraggiosa pianta dalle mille virtù


Timo Serpillo
E' un piacere vedere il Timo Serpillo inerpicarsi tenacemente aggrappato ai massi che sporgono nei prati alpini.

Esili e fiere le piantine di Timo Serpillo.si fanno riconoscere per il meraviglioso profumo che emanano, le distingui nettamente per il bel colorito rosato della fioritura, le trovi dove meno te le aspetti, sono piante coraggiose dal portamento fiero.

Coraggiose perché sfidano i rigori dell'inverno e i terreni poco fertili
Fiere perchè non abbassano mai la "testa" infatti le sommità sono sempre erette a differenza del fusto prostrato

L'etimologia della parola Timo ci porta al greco antico dove il significato è coraggio.
Forse nasce proprio dalla caratteristica della pianta comunque sia mai nome fu più azzeccato

Il Timo lo conosciamo tutti per la sua versatilità culinaria, è una pianta aromatica largamente usata
accompagna arrosti, patate, pesce, insomma la si usa per insaporire tutte le pietanze
Ma forse proprio perchè così comune la sottovalutiamo.

E' arrivata l'ora di riscoprire le proprietà benefiche del Timo sia vulgaris che Serpillo
poca è la differenza fra le due varietà, preferite il Timo Serpillo dove è indicato

Per la tua bellezza:

rinvigorisce i capelli, li rinforza e li aiuta a crescere in fretta più forti
dopo il comune lavaggio frizionate il cuoio capelluto con la
Lozione per capelli:
100 gr di Timo sminuzzato in un litro d'acqua fredda fai sobbollire
fino a quando il liquido si sarà ridotto della metà
ricordati di strizzare la pianta per ottenerne il massimo
per un pediluvio tonificante
mettete nella bacinella un'abbondante manciata di bicarbonato di sodio
e un infuso fatto con  20-30 grammi di Timo in un litro d'acqua

Cura dei denti
come dentifricio
polverizzate il Timo secco e usatelo come polvere dentifricia
previene la carie, disinfetta, rinforza le gengive evita l'alitosi
come collutorio
mettete a macerare 100 gr di Timo in un litro di acquavite per 10 gg
usatene un cucchiaino per gli sciacqui

Per la tua salute

Contro la tosse
preparate un'infusione con 20-30 gr di Timo in acqua bollente
sciogliete 175 gr di miele biologico in 100 grammi di infuso ancora caldo
ecco pronto un ottimo sciroppo contro la tosse

Contro sciatica e nevralgie
Olio di Timo Serpillo
in un litro di olio extravergine di oliva mettete
a macerare per tre giorni al sole tre manciate di sommità fiorite fresche
di Timo Serpillo  poi filtrate e ripetete l'operazione fino a quando l'olio
non è profumato
Utilizzate quest'olio per massaggiare le parti doloranti

Contro il malumore e  l'astenia
preparate un tè con 10-20 gr di Timo Serpillo per litro d'acqua bollente
assumetene tre o quattro tazze al giorno




-
Read More
Published 00:23 by with 0 comment

Ricicli ingegnosamente utili

l'oblò della lavatrice 
Da sempre tengo un cacciavite in macchina pronto a intervenire quando ai lati di un cassonetto vedo sbucare una lavatrice!
Sì sì una lavatrice! è preda per me ricercatissima per il suo meraviglioso oblò.
Ci avevate mai pensato a trasformare un oblò della lavatrice in insalatiera oppure tortiera o semplicenente portafrutta?
Sfido chiunque a riconoscerlo impegnato nelle sue nuove mansioni!

Ma non finisce qui che ne dite di riutilizzare un po' di comuni imbalaggi come ottimi contenitori?

Prezzemolo congelato
In fin dei conti se ben ci pensate passiamo parte del nostro tempo a scartare e a buttare imballagi per poi comperarne di nuovi praticamente identici per riporre le cose in frigo, in freezer e ovunque serva.

Quelli nuovi sono sicuramente più fashion ma il risultato non cambia: contenitori sono e contenitori restano!

E allora ho pensato di riciclare le coppette del gelato per riporre basilico e prezzemolo, il materiale è sicuramente adatto per il freezer ;)


Vasetti porta-tutto
Ma non finisce qui.
A volte gli yogurt sono contenuti in splendidi vasetti di vetro corredati di tappo.
Facile riutilizzarli come porta spezie, sono perfetti sia per le dimensioni, sia per la trasparenza che permette di trovare finalmente senza fatica ciò di cui abbiamo bisogno.

Se comincerete a guardare con  malizia gli imballi che ogni giorno vi capita di maneggiare rimarrete stupite da quanto possano essere riutilizzabili.
Provare per credere
Read More
Published 16:32 by with 1 comment

Colle ecologiche fai da te

La Colla vinilica si sa è una preziosa alleata per qualsiasi lavoro creativo.
Avete mai pensato a farvi la Colla da sole?
Magari con materiale riciclato? ;)

Eccovi le ricette perfette per tre tipi di Colla

Colla di latte (scaduto)
ingredienti e attrezzatura
250 ml di latte fresco scaduto
acqua
1 cucchiaio di aceto
bicarbonato di sodio
1 pentolino
un colino

scaldate il latte a temperatura moderata e prima del bollore aggiungete il cucchiaio di aceto
a questi punto nel composto si formeranno dei grumi voi mescolate per 5-10 minuti
colate il preparato e rimettete la parte solida nella pentola
aggiungendovi 1/2 bicchiere d'acqua e un cucchiaio di bicarbonato di sodio
fate bollire poi filtrate nuovamente il composto 
la parte liquida sarà la vostra colla perfetta per ogni tipo di bricolage

Colla di riso
ingredienti e attrezzatura
200 gr farina di riso
300 ml di acqua
frusta o cucchiaio di legno e pentolino

mettete la farina nel pentolino e stemperatela delicatamente con l'acqua fredda mescolando con la frusta
senza formare grumi
quando il composto sarà perfettamente liscio e ben amalgamato mettetelo sul fuoco a calore basso e portate ad ebollizione per 10 minuti
ecco pronta la vostra Colla di riso ecologica ideale per incollare la carta soprattutto di media grossezza
molto simile alla colla vinilica la Colla di riso necessita di più tempo per l'asciugatura

Colla di farina
ingredienti
1e 1/2 litro d'acqua
100 gr farina
frusta e  pentolino

mettete nel pentolino gli ingredienti a freddo
mescolate con cura la farina impedendo che si formino i grumi
cuocete fino a quando avrete ottenuto una consistenza simile a quella della colla vinilica
conservatela in un barattolo in frigo (massimo qualche giorno) e riscaldatela a bagno maria prima del riutilizzo
è molto solubile ma ha una capacità adesiva notevole
teme l'umidità
è adattissima per la carta pesta e per i lavoretti con i bambini



Read More
Published 23:59 by with 2 comments

Colori a dita fatti in casa

Mi piacciono un sacco i colori, tutti, di ogni forma, di qualsiasi  tipo e materiale!
Colori a dita fai da te
Mi piace l'odore, mi piace vederli, usarli, mi piace ammirarli!

Anche piccolo Pulcino li adora! 
Vorrebbe colorare tutto (muri, mobili, libri) e tutti Mamma e Papà compresi oltre a se stesso naturalmente!;)
Data la premessa è ovvio che non c'è regalo a lui più gradito dei Colori a dita!
Che gioia spalmarli ovunque tentando di colorare tutto il mondo

La Mamma "comune" aggiungerebbe la voce Colori a dita alla lista della spesa, ma noi Supermamme riciclone con un occhio attento al risparmio e al consumo etico sappiamo fare certamente di meglio!

I Colori a dita ce li facciamo da sole! Con grande gioia e creatività!

Ingredienti per la ricetta dei  Colori a dita:
farina, acqua, olio di oliva
coloranti di recupero vari

per l'utilizzo dovrai avere a portata di mano ditina manine e piedini! ;)

prendi 3 cucchiai di semplice farina aggiungi 1/4 di tazza di acqua fredda 
e mescola perfettamente senza lasciare che si formino grumi o grumetti

aggiungi una tazza di acqua bollente e rimescola con cura 

metti a bollire sul fuoco (fuoco basso mi raccomando) aggiungendo tre gocce di olio di oliva e cuoci fino a quando la consistenza ti ricorda quella dei Colori a dita ;)

dividi il composto in tanti vasetti e aggiungi semplici coloranti alimentari (li puoi trovare anche al supermercato)  per ottenere tutti i colori che vuoi!
ti consiglio però di approfittare di qualcuno naturalmente offerto dalla tua cucina

per il rosso: concentrato di pomodoro, succo delle rape rosse bollite
per il marrone: caffè d'orzo solubile
per il fucsia: karkade' (apri una bustina versa nel vasetto e mescola)
per l'arancione: carote frullate 
per il viola. mirtilli e more
per l'azzurro: tisana alla malva (apri la bustina versa nel vasetto e mescola)

avete altri suggerimenti?
aggiungeteli ai commenti, così saranno immediatamente leggibili da tutti

Read More
Published 22:07 by with 0 comment

Ricicliamo la Scatola da Scarpe

La scatola da scarpe riciclata
Lunedì il mio Pulcino dovrà confrontarsi con una nuova esperienza: il Centro Estivo!

Nell'elenco del materiale da portare tra pannolini, bavaglini, lenzuolina e cambi vari c'è anche una Scatola da Scarpe che servirà alle Tate a riporre i giochi musicali che i bimbi creeranno riciclando a più non posso!

Che meraviglia ho pensato!
Qui ci vuole una trasformazione magica ed ecologica di una banale e consueta Scatola da Scarpe!
Presto detto e presto fatto!

Ho preso una bellissima Scatola da Scarpe verde acqua, qualche giornalino, qualche rivista tipo News Esselunga (mi servivano i numeri e le lettere e lì ci sono i buoni sconto dove ho potuto attingere a piene mani), forbici e nastro schotc trasparente!

La cosa meravigliosa e che il mio Pulcino immediatamente è parso attratto e incuriosito da questo nuovo gioco!
Insieme abbiamo sfogliato le riviste, insieme scelto i disegnini, le macchinine da ritagliare, le lettere i numeri da applicare sulla Scatola.

Insomma ci siamo divertiti veramenbte un sacco! mi correggo ci siamo veramente divertiti una Scatola da Scarpe! (battutaccia!)

Il risultato di tutto questo scegli ritaglia e applica è stato una Scatola Bellissima e soprattutto una mattinata volata in un lampo!

E' così tanto piaciuta al mio piccolo Pulcino, che se l'è portata a letto e si è addormentato continuando a rimirare le figurine che avevamo attaccato insieme!

Mi pare un'attività per l'estate meravigliosa! 
La nostra banale Scatola da Scarpe si è trasformata in un bellissimo e divertente gioco e il risultato finale come potete vedere è strepitoso!

Sicuramente ne faremo un'altra per contenere i ricordi dell'estate, un po' di conchiglie, qualche sasso, qualche giochino, insomma tutto quello che piccolo Pulcino ci vorrà mettere!

Quindi d'ora in poi vietato buttare le Scatole da Scarpe, come vedete possono avere un nuovo utilissimo riutilizzo!

A ben pensarci possono anche trasformarsi in scatole porta regalo sarà sufficente cambiargli il vestito e adattarlo alla persona a cui sono destinate!

Come si fa?

Io ho utilizzato vecchi giornali, topolino e affini.
Da lì ho ritagliato le auto, le lettere, i numeri.

Ho lasciato scegliere molto a piccolo Pulcino e ho avuto cura di mettere sulla Scatola da scarpe tutto ciò che più gli piace..... gelato compreso!
elefantino decora scatola da scarpe

Per applicare le figure sulla Scatola da scarpe ho utilizzato il nastro scotch trasparente alto, ho evitato di usare la colla perchè le unghiette di piccolo Pulcino avrebbero sicuramente staccato in un battibaleno le figurine!

Lo scotch ha invece reso tutto più stabile, la Scatola è diventata anche idrorepellente e più robusta!







Read More