Il sito del risparmio: curiosità e tanti buoni consigli per spendere meno e vivere meglio

The Spider-PET riciclo creativo di una bottiglia di plastica

Le bottiglie di plastica sono uno dei materiali maggiormente usati nel riciclo creativo, facili da trasformare, comuni da trovare e sempre disponibili.

Fra le cose più semplici da realizzare con le bottiglie di plastica  ci sono gli animaletti come meduse, maialini etc.

Oggi vi voglio presentare il nostro Spider Pet e spiegarvi passo passo come realizzarlo facilmente utilizzando una bottiglia di plastica in PET, pennarelli indelebili rosso e nero, cerotti rotondi, forbici e 15 minuti di tempo
Il procedimento è molto semplice il fondo della bottiglia sarà il corpo del nostro Spider Pet, le otto zampe saranno facilmente ottenibili tagliando otto listarelle . 
Le zampe dovranno essere attaccate al corpo.

Per colorare il corpo del nostro ragno ho usato un pennarello indelebile nero e per la bocca e la stella sulla schiena  l'indelebile rosso.
Gli occhi sono 2 cerotti rotondi colorati al centro di nero.
Il nostro Spider-PET si chiama Carletto (per la rima con ragnetto) ed è piaciuto così tanto che Rayan ha deciso di fargli provare la pista delle macchinine :)

Abbiamo anche cantato insieme la famosa canzone Whiskey Ragnetto prontamente ribattezzata Carletto ragnetto eccovi il testo che ho trovato qui
Whisky ragnetto che sale la montagna
la pioggia lo bagna
e Whisky cade giù, giù, giù!
Ma ecco esce il sole
e Whisky si è asciugato
risale la montagna e va sempre più sù, sù, sù!
Sulla montagna c'è una casetta
con una streghetta
che se lo vuol mangiar, gnam, gnam!
Ma Whisky è molto furbo
riscende la montagna
e va dalla sua mamma
e non la lascia più, più, più!
per la versione inglese formato karaoke ci viene in aiuto come sempre youtube con questo simpatico video

0

Dolci veloci: il Montebianco

Uno dei dolci più facili e divertenti da fare è sicuramente il Dolce Montebianco.

Forse è un dolce di antica memoria, non molto comune ma che da davvero tanta soddisfazione:
veloce e facile da preparare pochi gli ingredienti che servono

500 gr di castagne secche 
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
zucchero a velo q.b
panna montata
meringhe  per decorare o marron glace

Lasciate in ammollo le castagne per una notte, la mattina lessatele in una pentola coperte di acqua, un pizzico di sale e una foglia di alloro.

Quando saranno tenere scolatele e passatele nel mixer insieme al cacao.

Otterrete una pasta omogenea che dovrete passare allo schiacciapatate. Fate ricadere su un piatto il riccioli di castagna avendo cura di formare una piramide che sarà il vostro monte

Ora non vi resta che ricoprire il tutto con la panna montata precedentemente zuccherata.

Per ricoprire il monte di panna potete aiutarvi con una spatola o con il "leccapadella"

Se avete dei piccoli cuochi in casa coinvolgeteli nella preparazione sarà per loro molto divertente e gratificante contribuire alla preparazione del Dolce Montebianco,

Potete anche utilizzare la pasta di castagne come fosse plastilina e fare creare ai bambini statuine o animaletti.

La parte più divertente è sicuramente quella del ricoprire il tutto con la panna montata che potete preparare e mettere in un sac a poche magari fatto semplicemente arrotolando della carta da forno, oppure se preferite le bombolette in commercio con la panna giù montata e pronta da spruzzare saranno sicuramente apprezzate dai bambini.

Recuperare questa ricetta del passato è utile anche dal punto di vista nutrizionale, le castagne sono ricche di vitamine e di sali minerali preziosi.

Il Dolce Montebianco puo' essere gustato anche dai celiaci.

Esistono mille modi per guarnire, decorare o presentare il Dolce Montebianco dovete solo permettere alla vostra fantasia di sbizzarrirsi.

Altro grande vantaggio del dolce Montebianco è che è impossibile "sbagliarlo" :)


0

Riciclo in cucina: il Pancotto

Il Pancotto mi fa tornare bambina. 
Ricordo ancora la grande pentola che sobbolliva piano sulla cucina economica, riesco ancora a sentire il profumo.
Il Pancotto fa parte di quelle vecchie e sane ricette ormai dimenticate che in questo Blog troveranno spazio a volontà!
Ho voluto cominciare da qui dal riciclo del pane raffermo per invitare tutti a riflettere sui tanti gesti spreconi che si commettono quotidianamente.

0

Spuntini e Merende per bambini da portare a scuola

Buono, sano, fantasioso e divertente queste le caratteristiche principali che deve avere lo spuntino o merenda da consumare a scuola nell'intervallo.

Tante volte noi mamme ci chiediamo quale sia la scelta più corretta e spesso siamo abbastanza ripetitive nella scelta dello spuntino.

Un po' di fantasia e piccoli contenitori ermetici sono indispensabili per preparare golose merende, sempre diverse e gustose.

Vediamo insieme quali possono essere le soluzioni più facili e salutari da inserire nello zaino dei nostri bambini
0

Farfalle di carta riciclata

Ho voluto provare a trasformare la carta delle riviste in leggiadre Farfalle e direi che il risultato è assolutamente incoraggiante, un riciclo perfetto!
Farfalle realizzate con la carta patinata delle riviste: La carta patinata delle riviste è un materiale duttile, facilmente reperibile che si presta a splendide realizzazioni.
Per fare queste belle Farfalle di carta vi serviranno poche cose: pagine colorate di una rivista, forbici, filo di ferro sottile e un po' di pazienza.
Prendete da una rivista due pagine molto colorate e rifilate con le forbici gli eventuali bordi frastagliati.

0

Riciclare la carta: L'origami della Gru

Riciclare la carta: L'origami della Gru

Di solito prima scrivo i post e poi ci aggiungo le foto. Questa volta invece ho fatto l'esatto contrario, colpa della bellezza di questa sfera coperta di Gru bene auguranti e multicolori realizzate con carta riciclata.

Lo sapevate che l' Origami della Gru in Giappone ha un significato profondo? Eccovi il perchè!
Ero molto piccola quando, per la prima volta, sentii parlare a scuola dell'esplosione della bomba atomica. Mi sembrò una follia inconcepibile e quel racconto per giorni turbò i miei sonni.

0

Polvere sbiancante per denti alle Bucce di Arancia e Limone

imageLe Bucce di Arancia e di Limone in casa non mancano mai, soprattutto in inverno quando si rivelano importanti alleate contro raffreddori, tossi e starnuti.
E' il loro alto contenuto di Vitamina C che ci fa star bene ma quello che ci conquista è il meraviglioso profumo che gli Agrumi in genere emanano.
Se vogliamo potere riciclare le Bucce di Arancia e di Limone a scopo alimentare,  la prima regola da rispettare è quella di comprare frutti NON TRATTATI.
Imparate a prestare attenzione alle etichette, se il frutto è trattato il produttore lo deve segnalare.
Fra i mille utilizzi delle Bucce di Agrumi, vorrei descriverne uno sicuramente insolito ma molto efficace: la polvere dentifricia sbiancante alla Buccia d'Arancia e Limone.
Mettete a seccare delle Bucce di Arancia e di Limone a cui avrete tolto grossolanamente la pellicina bianca .
Seccate anche un bel mazzo di Salvia e uno di Menta Piperita, se non trovate la menta potete tranquillamente sostituire la polvere con l'olio essenziale a patto che l'olio provenga da agricoltura biologica, sia puro al 100%  e si possa mangiare!
Quando bucce ed erbe saranno pronte dovrete ridurle in polvere, potete usare un mortaio o il meno ecologico robot da cucina scegliete voi ben sapendo però che è meglio farlo a mano per conservare inalterate le proprietà delle bucce ;) (il Robot scaldando il composto ci fa perdere un po' del prezioso olio essenziale)
La vostra polvere dentifricia sbiancante dovrà contenere anche altri ingredienti bicarbonato di sodio e sale da cucina integrale.
Una volta preparate le polveri non vi resta che mescolarle rispettando queste proporzioni:
  • 1 cucchiaio da minestra di polvere di Buccia di Arancia
  • 2 cucchiai da minestra di polvere di Buccia di Limone
  • 1 cucchiaio di polvere di Menta Piperita secca (o 1 goccia di oe)
  • 1 cucchiaio di polvere di Salvia secca
  • 1 cucchiaio da dolci di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino da caffè di sale marino integrale
La vostra polvere dentifricia sbiancante è pronta, usatela in punta di spazzolino preventivamente inumidito.
Per conservarla un barattolino riciclato di crema per il viso finita sarà perfetto.
ed ora CIS! :)

0

Le virtù dello Yogurt scaduto

A volte capita di non vedere una scadenza, oppure di dimenticarsene un vasetto in frigo e allora che fare del nostro Yogurt Scaduto?

Che domande .... lo ricicliamo! La prima cosa da sapere è che, come tutti gli altri alimenti, anche per lo Yogurt il fatto che sia scaduto da qualche giorno non lo rende  velenoso ;)
Se l'aspetto e l'odore sono normali potete tranquillamente mangiarlo.
Ma ora veniamo al riciclo dello Yogurt Scaduto
  • per lucidare  l'ottone: lasciate agire lo Yogurt Scaduto 10 minuti poi sciacquate e lucidate con un panno di lana
  • usatelo come maschera per il viso unendo lo Yogurt Scaduto a un cucchiaino di olio di mandorle dolci, un cucchiaino di argilla e qualche goccia di olio essenziale di lavanda
  • ottimo come struccante aggiungete allo Yogurt Scaduto un po' di latte per renderlo più liquido e stenderlo meglio
  • insieme a un po' di crusca o sale, lo Yogurt Scaduto massaggiato sul corpo, aiuta a rimuovere le cellule morte, nutre la pelle e riattiva la circolazione
  • potete usare, come impacco rimineralizzante e nutriente per i vostri capelli, un vasetto di yogurt intero unito a  1 cucchiaio di cacao amaro (lasciare in posa 10-15 minuti)
  • utile per attivare l'Hennè, prezioso per proteggere i vostri capelli
  • applicato generosamente sulla pelle secca lo Yogurt Scaduto saprà donarle elasticità e morbidezza

0