Published 23:17 by with 3 comments

LA FASCIA PORTA BEBE' FATTA DA ME

La fascia porta Bebè fatta da me 


Perchè portare il bambino nella fascia è così importante?

E' ormai riconosciuto che, nei primi mesi di vita, il neonato ha bisogno dello stretto contatto della mamma.

Il sentirne l'odore, percepirne il battito del cuore, assorbirne il calore tranquillizza il piccolo che si ritrova in una condizione molto simile a quella vissuta nel pancione durante quei rassicuranti nove mesi.

Il beneficio è reciproco il neonato sarà meno nervoso, piangerà meno e la mamma ne trarrà sicuro giovamento risparmiandosi un bel po' di ansia, stress e preoccupazioni.


Per agevolare il contatto mamma-bebè munitevi dell'apposita fascia porta bebè per potere "indossare" il vostro bambino fin dai primi giorni. 


La fascia è il modo più semplice e antico di tenere il piccolo stretto a voi proteggendo la vostra schiena (il peso è ben distribuito) e allo stesso tempo lasciandovi le mani libere.


Di fasce porta bebè ce ne sono tantissime, tante le marche, tanti i modelli, tanti i prezzi. 

La nostra cultura ci porta ad acquistare più facilmete passeggini e carrozzine per trasportare i nostri bambini, perchè siamo più abituate a vedere il neonato lontano da noi più che addosso a noi. 

La nostra educazione è questa ed ecco spiegato il motivo della perplessità nel rinunciare all'una per favorire l'altra.


Ultimamente tanti sono i sostenitori dell'opportunità di utilizzare le fasce porta bebè per non interrompere il contatto madre figlio così fondamentale.


Se ancora siete scettiche e volete provare ecco un modo economico e casalingo per confezionare una fascia in 10 minuti .


Avete presente le sciarpe tipo paschmina? ecco prendetene 4 cucitele fra di loro e avrete ottenuto la vostra prima fascia da provare subito e in economia.


Se è inverno usate il modello in lana ma se è estate non vi sarà difficile trovare in qualche banchetto del mercatino la versione in cotone o misto lino. 

Attenzione al tessuto dovrà essere resistente, meglio se ordito con una trama trasversale! Scegliete con cura!


Mediamente una paschmina misura cm 130 per cm 65/70. 

L'ideale per una fascia è cm 70 x mt 5 quindi ve ne basteranno 4 cucite in successione. 

Non vi preoccupate per le frange, se non vi piacciono tagliatele, tutte o nessuna o conservate quelle all'estremità che possono essere un piacevole decoro per la vostra fascia porta bebè.

Ancora meglio potete ottenere una resistente fascia tagliando in due dalla parte più lunga un lenzuolo da una piazza.

Vi basterà orlarlo dalla parte del taglio e unirlo alle estremità con una doppia o tripla cucitura.

Otterrete anche in questo caso una fascia larga 70cm e lunga circa 5mt infatti un lenzuolo singolo è di solito 150X250 


Per indossare la fascia porta bebè nessun problema seguite queste istruzioni:


passate la meta' della fascia sotto le braccia all'altezza del vostro seno,


passate le 2 estremità dietro alla shiena e incrociatele,


ora passate sopra alle spalle il lembo destro e sulla spalla sinistra e il lembo sinistro sulla spalla destra,


a questo punto inserite il piccolo nella "tasca" che la stoffa ha formato davanti al vostro seno lasciando uscire le gambine del bebè,


prendete le due strisce e incrociatele sulla schiena del bebè e passatel sotto le sue gambe,


girate e annodatele dietro alla schiena.
Il neonato portato in questo modo è meno soggetto alle coliche!


Tanti esempi su come usare la fascia li potete trovare su youtube ecco qualche indirizzo:






Oppure visitate questo bellissimo sito















3 commenti:

  1. Noi la usiamo da quando la piccoletta era appena nata...se vi interessano spiegazioni su come indossarla ne ho illustrate alcune: http://mammavio.blogspot.com/2011/02/portare-i-bimbi-nella-fascia-la-croce.html

    RispondiElimina
  2. Interessante, anche se a mio avviso rimane sempre difficile trovare un tessuto che sia effettivamente obliquamente elastico, se no si rischia di avere la fascia sulle spalle che si arrotola! comunque complimenti per le idee di riciclo e di risparmio ecologico!

    RispondiElimina
  3. Mi piace l'idea, ho sempre pensato che in fondo si potesse fare in casa. Se si compra il tessuto giusto e si sa lavorare si risparmiano parecchi soldi. A me piace quella ad anelli, la trovo più comoda soprattutto quando si è di fretta.

    RispondiElimina